Ångström - Ångström

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Ångström
Titolo album Ångström
Etichetta Autoprodotto
Anno pubblicazione 2013
Tipo album EP
Recensore Daniela Fabozzi
Voto Beautiful Freaks 7
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 48

Recensione di Beautiful Freaks

Non lasciatevi ingannare dalle bamboline killer in copertina: non ci sono legami o somiglianze con Profondo Rosso; inoltre il contenuto di questo Ep ha caratteristiche musicali differenti dalla colonna sonora firmata dai Goblin. Molto sperimentale, con tanti effetti sonori e sound a tratti melodici e sognanti. Il basso spazia parecchio e le tastiere analogiche, assieme agli strumenti digitali, contribuiscono a creare atmosfere oniriche, specialmente in Godard, in cui troviamo anche un discorso piuttosto filosofico fatto sottovoce e in francese a cui si accavalla lo spelling di Ångström in inglese. La fusione data da basso, tastiere e chitarre dal timbro chiaro e cristallino mi ricorda a tratti alcune canzoni del primo periodo dei Litfiba, stile Transea, tranne che per i testi e per il timbro meno incisivo e meno aggressive. Gli Ångström sono di Milano ma cantano in inglese, anche se il cantato è di poco rilievo rispetto all’evolversi musicale e possiamo definire la loro musica come un prodotto alternative, sperimentale e progressive rock.