AA.VV. - All Good Cretins Go To Heaven! A Tribute to the Ramones

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista AA.VV.
Titolo album All Good Cretins Go To Heaven! A Tribute to the Ramones
Etichetta
Anno pubblicazione
Tipo album Full length
Recensore A.P.
Voto Beautiful Freaks
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 21

Recensione di Beautiful Freaks

Una provvidenziale sosta di qualche giorno a Berlino mi porta in dono questo bel dischetto edito dalla Cargo Records. E’ l’ennesimo omaggio ad uno dei gruppi che più di tutti ha influenzato schiere di kids pronti ad imbracciare la chitarra e a cercare di unire il meglio possibile la semplicità e la schiettezza del punk con l’orecchiabilità e la melodia di certo bubble-gum rock… Nel disco trovano spazio 28 brani che altrettante band eseguono con piglio e maestria. Troviamo un po’ di tutto in questo tributo, dalla cover più fedeli come ad esempio quella dei compaesani “Senzabenza” alla prese con “Bonzo Goes To Bitburg” a quella degli americani “Team Rockit” impegnati con la splendida “Beat On The Brat”. Interessanti anche i lavori di rilettura effettuati da altre band, sia in chiave rock (nel senso lato del termine) come la “Commando” dei “The Commandos”, che in stili un po’ più distanti da quello dei quattro fratellini del Queens come hanno ben pensato di fare con la semielettronica “Blitzkrieg Bop” gli “Electric Hippie & Rebella Jane Do”. Nel disco compaiono anche un paio di inediti che non sarebbero affatto sfigurati nel repertorio dei Ramones e che proprio alla band sono dedicati: “Dee Dee” dei tedeschi “Terrorgruppe” e “The Night That Joey Died” dei “Wax.On Wax.Off”. Due brani incredibili che riproducono uno stile Ramones davvero efficace. Insomma sono passati 31 anni da quando il primo “one-two-three-four” si è alzato da quel buchetto di locale che ora non c’è più del CBGB, tre quarti della formazione originale non sono più fra noi, ma il lavoro dei quattro fratellini continua ad essere apprezzato in tutto il mondo e ben vengano questi tributi che testimoniano il genuino e sentito attaccamento verso una band che non smetteremo mai di amare. Gabba Gabba Hey!!