Alba Caduca - Babele

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Alba Caduca
Titolo album Babele
Etichetta Autoprodotto
Anno pubblicazione 2010
Tipo album Full length
Recensore Gianfranco Zucca
Voto Beautiful Freaks
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 39

Recensione di Beautiful Freaks

Mistero a Beautiful Freaks. Recensisco nuovamente gli Alba Caduca perché nel numero scorso ho parlato del loro precedente album. Sebbene mi fosse giunto sigillato nel suo cellophane, Babele non era tale. Colpevole, riascolto il disco grazie agli mp3 inviatimi dalla band che prontamente si è accorta del mio errore. L’impianto è sempre lo stesso un rock-industrial con aperture melodiche e basi elettroniche a fare da contrappunto alle chitarre. L’ho detto anche nella passata recensione: non impazzisco per questo genere di cose, ma diligentemente mi metto all’ascolto. Il disco è composto da sei pezzi, più tre interludi strumentali (di cui il terzo “Eloquio del disagio” costruito su un parlato di Pier Paolo Pasolini). I temi portanti del lavoro sono gli stessi: cantato in Italiano di impronta metal, testi tecno-millenaristi, chitarre in primo piano. Alcuni pezzi sono costruiti con intelligenza e attenzione all’incastro tra melodia e potenza (Plastika e Protector, con l’alternanza tra italiano e inglese nel cantato) altri al contrario risentono di riff non particolarmente originali (Mille e Anathema). Mi scuso nuovamente per la confusione e faccio in bocca al lupo ai friulani Alba Caduca.