Alda Teodorani, Le Forbici di Manitù, Emanuela Biancuzzi - L’isola

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Alda Teodorani, Le Forbici di Manitù, Emanuela Biancuzzi
Titolo album L’isola
Etichetta Snowdonia Dischi
Anno pubblicazione 2010
Tipo album Full length
Recensore Gianfranco Zucca
Voto Beautiful Freaks
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 37

Recensione di Beautiful Freaks

L’isola è il nuovo e coraggiosissimo lavoro de Le forbici di manitù, un pezzo di storia del movimento dark, industrial, esoterico italiano. Si tratta di un’opera complessa e difficile. Innanzitutto per la scelta di abbinare le sinistre sonorizzazioni de Le forbici ad un testo letterario (a firma della scrittrice gothic-noir Alda Teodorani) e alle inquietanti illustrazioni di Emanuela Biancuzzi. Il tema dell’isola, della sua separatezza e delle sue mostruosità, si intreccia con le lacerazioni (fisiche ed emotive) di un rapporto di coppia violento e segnato dalla sopraffazione (sessuale e psicologica). Sotto il profilo musicale il lavoro oscilla tra elettronica fredda e minimale e orchestrazioni più ampie, ma sempre segnate da toni oscuri e minacciosi. Determinante è infine il contributo dei due Offlaga Disco Pax, Caretti e Fontanelli, nel creare texture chiatarristiche di impronta shoegazing. L’ascolto nel complesso richiede grande attenzione. Nonostante tra recitativi e brani musicali si superino i sessanta minuti, L’isola affascina e ammalia. Un plauso infine alla splendida confezione: il libretto contenente il racconto di Teodorani e i disegni di Biancuzzi, merita da solo l’acquisto. Grande disco.