Alessandro Grazian - Indossai

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Alessandro Grazian
Titolo album Indossai
Etichetta Trovarobato
Anno pubblicazione
Tipo album Full length
Recensore Alessia De Luca
Voto Beautiful Freaks
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 34

Recensione di Beautiful Freaks

La solitudine dopo qualche tempo rompe le palle perfino ai solitari. Dal monologo alla commedia il passo talvolta è breve ma solo per la gioia di quelli che se ne accorgono. Lo spettacolo ha inizio e il palcoscenico si apre per Alessandro Grazian e il suo disco pirandelliano (tra gli ospiti anche Emidio Clementi dei Massimo Volume). Padovano, classe ’77, esordisce nel 2005 con Caduto e torna con un album che pesa come un’opera cinematografica. 9 tracce capaci di conciliare semplicità e sofisticazioni degne del miglior cantautorato d’autore: Indossai è un album che esplode per poi ricomporsi, è musica da camera che diventa orchestra, è il vissuto di un uomo affascinato dalle commistioni e dalle geografie emozionali. Dentro c’è il lirismo italiano in una parola (“E’ vero”), il il french touch in “Sainte Epine”, l’ode d’amore “A San Pietroburgo” e il ricordo vivo delle foto in bianco e nero. E’ una colonna sonora o forse solo un sottofondo ma sa parlare e sfiora le corde di noi poveri affamati di vita (e amanti dei violini di “Soffio di nero” e “Chiasso”).