Almamegretta - DubFellas vol.2

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Almamegretta
Titolo album DubFellas vol.2
Etichetta Sanacore Records
Anno pubblicazione 2010
Tipo album Full length
Recensore Claudio Ventura
Voto Beautiful Freaks
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 37

Recensione di Beautiful Freaks

Ed ecco il ritorno di una della band di spicco del panorama italiano in termini di Dub, Reggae e Trip-Hop di matrice prettamente partenopea. DubFellas vol.2, anticipato da “Drop&Roll” (un Ep di 4 tracce uscito in free download su XL di Repubblica) si colloca come il seguito di DubFellas vol.1 del 2006, come se il gruppo non si fosse stancato di dimostrare la propria continua evoluzione musicale e soprattutto l’assidua e perseverante ricerca sul genere Dub. Quattro anni fa era tutta un’altra storia e i tempi tutt’altro che sereni, permeati da un’atmosfera luttuosa a causa della triste scomparsa in un incidente stradale di Stefano Facchielli (in arte D.RaD, considerato il creatore e il dubmaster del sound Almamegretta). Pensiamo dunque DubFellas vol.2 come un omaggio eterno all’artefice del dub made in Campania, capace di dare un’autentica ed autorevole identità al nuovo disco, frutto anche delle molteplici collaborazioni da parte di vecchie conoscenze del gruppo napoletano. E sono proprio tali partecipazioni che contribuiscono ad allontanare leggermente il sound dalle melodie reggaeggianti che avevano caratterizzato il gruppo fin dal lontano 1988 (l’anno della loro nascita) per dare largo spazio ad un groviglio sperimentale e ad una commistione fra Reggae, Dub ed Elettronica. E allora via con “My Time”, “Healing Step” e “Didn’t Leave Nobody”, “Rescue”, “Foolish Dub” ed altri, in cui Marcello Coleman, attuale vocalist del gruppo, avvalendosi del contributo di Neil Perch (fondatore degli inglesi Zion Train), di Julie Higgins e di Raiz (Gennaro della Volpe, vecchia voce del gruppo) si lancia in una sfida altamente sofisticata, il cui ritmo si fa sempre più corposo e compatto, ma allo stesso tempo scandito da un suono raffinato e insistentemente ricercato, a tratti da far invidia ai migliori Massive Attack e al miglior Moby. Da segnalare la traccia “What Have You Done? (La Bestia rmx)”, remix del pezzo vincitore dell’ “Almamegretta Remix Contest” come chiusura finale del disco. Possiamo quindi solo auspicarci che le innumerevoli sfaccettature di DubFellas vol.2 possano guidare l’anima (alma) migrante (megretta) della band napoletana verso ulteriori orizzonti di ricerca musicale ancora incontaminati. Lungimirante.