Andrea Chimenti - Yuri

Da WikiFreaks.
Andrea chimenti yuri.jpeg
Artista Andrea Chimenti
Titolo album Yuri
Etichetta Soffici Dischi, Santeria
Anno pubblicazione 2015
Tipo album EP
Recensore Manu Dante
Voto Beautiful Freaks 7.5
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 50

Recensione di Beautiful Freaks

Non c’è nulla di male nel rievocare i toni e gli accenti dei grandi della musica italiana del passato, soprattutto per un artista a tutto tondo come Andrea Chimenti, già attore, scrittore, musicista, che già ha un’anima artistica personale e matura. E’ vero che in questo nuovo lavoro di Chimenti si sente la presenza di De Andrè sia nei testi sia nell’interpretazione vocale, ma è anche vero che questa presenza è senza dubbio ben assimilata e riproposta in maniera totalmente personale e quindi positiva. Infatti tutto il disco non nasconde intermezzi di recitativo e delle parti più elettroniche - tendente al nois -, brani in inglese, immagini forti e decadenti, che rendono tutto più surreale e più moderno rispetto al cantautorato come noi lo conosciamo. La tematica del disco è legata alla trama del libro ononimo dello stesso autore, e tratta la condizione adolescenziale di un ragazzo che diventa emblema del disfacimento omnipresente che alberga intorno a noi. In questo disco “l’universo si sbriciola”, il tempo è uguale a se stesso, la neve è sempiterna, e a nulla serve fare nulla. Insomma nel mondo di Chimenti domina l’ immobilismo che sembra poter essere scosso solo da un ulterire immobilismo eterno: la morte. Fortunatamente agli opposti di queste macerie esistenziali c’è la vitalità di una sapiente curatezza negli arrangiamenti dei brani (la produzione artistica è affidata a Davide Andreoni e Francesco Chimenti, due giovani componenti dei Sycamore Age) che trasudano di cori, legni, archi, ma anche sinth e strumenti più elettronici, che rendono le composizioni davvero ben realizzate.