Aqueduct - I Sold Gold

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Aqueduct
Titolo album I Sold Gold
Etichetta
Anno pubblicazione 2005
Tipo album Full length
Recensore Emanuele Mancini
Voto Beautiful Freaks
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 21

Recensione di Beautiful Freaks

Gli Aqueduct sono un progetto musicale che ruota intorno alla figura di David Terry. Gli Aqueduct fanno buona musica, come attesta lo stesso nome del loro sito internet e non mi sento affatto di contraddirli visto che il loro primo lavoro – I Sold Gold – è uno dei dischi dell'ultimo anno che riascolto più volentieri e che, fate attenzione, tormenterà anche a voi se avrete la curiosità di ascoltarlo ma soprattutto la pazienza di farlo maturare nella vostra testa. Questo perché l'eccessiva immediatezza delle canzoni può facilmente trarre in inganno, mentre, come quei poster 3D anni '90, nascondono una grande profondità se 'osservate' attentamente. Le canzoni che David Terry propone sono l'esatto incrocio fra il più ispirato Brian Wilson dei tempi di Pet Sounds e le colonne sonore dei videogiochi di una volta ( la penultima traccia si intitola perlappunto Gameover – Thanks for playing), in una delicata armonia fra rock melodico e tastierine, con testi in cui il tema dominante è in assoluto l'Amore. Non ascoltate quindi questo disco se non siete innamorati, o se non lo siete mai stati, rischierete di odiarlo. Se così non fosse e il vostro cuore avesse almeno una volta conosciuto le inebrianti altezze dell'idillio amoroso così come il baratro dell'abbandono, allora canzoni come The Suggestion Box, Heart Design e The Unspeakable diventeranno imprescindibili, così come Five Star Day e Growin' Up With GNR (omaggio ai Guns&Roses in cui cita parecchie linee di diverse loro canzoni). Un gran bel lavoro, emozionale, che cala solo in pochi episodi, quelle due/tre tracce che skipperete ansiosi di tornare alle altre.