Arte Ubriaca - Infertili Pianeti

Da WikiFreaks.
Copertina Arte Ubriaca.png
Artista Arte Ubriaca
Titolo album Infertili Pianeti
Etichetta Autoprodotto
Anno pubblicazione 2012
Tipo album EP
Recensore Piergiorgio Castaldi
Voto Beautiful Freaks 6.5
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 48

Recensione di Beautiful Freaks

Sono solo in due, Santo alla voce e Pucillo che si occupa della parte musicale, e il lavoro di quest’ultimo è molto imponente perché di certo non mancano le parti musicali, dalle chitarre potenti con riff e assoli dai suoni molto pieni, ai synth, al piano vero e proprio, fino al drum&bass. Il suono in generale ricorda molto i pilastri del rock italiano fine anni ’80 inizio anni ’90, come i Litfiba e soprattutto i Timoria, con la voce di Santo che punta molto sulla potenza e ha un timbro come il Renga dei bei tempi andati; ci sono però influenze anche più attuali e diversificate per la musica che con i cambi di tempo e gli assoli molto veloci sembra richiamare al prog più moderno stile Dream Theater specialmente nelle parti di chitarra della title track Infertili Pianeti, e alcune cose ricordano Le Vibrazioni più rock (non certo Giulia!). I testi in italiano sono sempre un rischio e anche in questo caso non mi hanno convinto molto, come in gran parte dei gruppi e degli artisti che si cimentano con la nostra lingua, perché non cadere nel banale è davvero difficile. Sono solo quattro tracce e quindi per giudicare pienamente il loro lavoro aspettiamo un LP che possa dirci se hanno trovato una loro piena collocazione.