Asgeir Trausti - The toe rag acoustic sessions

Da WikiFreaks.
Imnodi.jpg
Artista Asgeir Trausti
Titolo album The toe rag acoustic sessions
Etichetta One Little Indian
Anno pubblicazione 2013
Tipo album EP
Recensore Vincenzo Pugliano
Voto Beautiful Freaks 7
Recensione reperibile su Beautiful Freaks 45

Recensione di Beautiful Freaks

Immaginate un minuscolo locale con le tendine alle finestre, piccoli quadri con le cornici di legno appesi alle pareti bianche e un tappeto su cui dieci quindici persone silenziose e sorridenti ascoltano accovacciate l'esibizione alla chitarra acustica di ragazzo con un cappello di lana e una voce suadente e vibrante, leggera e quasi sommessa. Il tutto mentre fuori la penombra e il vento dell'estremo nord avvolgono ogni cosa. Ed è proprio così che il giovane Ásgeir Trausti si è esibito nella natia Islanda in occasione di Eldhús: The Little House of Music. Le stesse atmosfere introspettive ed intime sono presenti in questo breve Ep completamente acustico (chitarra e voce) registrato presso il Toe Rag Studios di Londra nel febbraio di quest'anno. Folk acustico e melodico, dove la chitarra suonata con maestria ed energia trascina, soprattutto in Summer Guest, in luoghi solitari da attraversare con la nostalgia e la meraviglia nel cuore. Più malinconica e tenue l'iniziale Going Home, in cui la voce di Ásgeir ricorda in maniera sorprendente quella di Jeff Buckley e il tono appare forse troppo confidenziale e chiuso. Gli orizzonti si dischiudono verso ispirazioni più folk con On That day e il falsetto freme di emozione e intensità è proprio la carica emotiva (ed evocativa) espressa dalla voce e dagli arpeggi a colpire in questo breve lavoro, espressione della fertilità musicale dell'Islanda, della forza suggestiva dei suoi spazi infiniti e selvaggi. Dunque un'anticipazione acustica molto interessante del prossimo disco di Ásgeir Trausti, da ascoltare con attenzione.